N.e.b.
Rock
Chieti (Ch)
Anno di formazione 1995
Dall'Abruzzo un nuovo distillato di rock:
i "NEB"

La vita che caratterizza gran parte del lavoro della band è l'istinto di fare musica vivendola in tutti i suoi aspetti.
I NEB sono Carmine Rapattoni alla voce, Paolo Polidoro al basso e ai cori, Riccardo Di Paolo alle chitarre e ai cori e Davide Cerasa alla batteria e cori.
NEB non è altro che l'acronimo di Nunc Est Bibendum (Orazio, Odi, I, 37, 1) cioè è ora che bisogna bere.
Vi sono vari modi per cercare l'estro poetico, Orazio preferiva questo, e naturalmente non intendeva parlare di acqua ma di buon vino.
La musica proposta è un rock forte e deciso ma allo stesso tempo melodico e romantico con un unico comune denominatore "emozionare".
Le sonorità son legate fortemente a gruppi storici sia del panorama italiano (Litfiba, Timoria…) che a quello internazionale (Rolling Stones, Kiss…), il tutto è reso evidente da ammiccanti riff di chitarra, da una presente e avvolgente sessione ritmica e addolciti da una voce rassicurante.
Con uno stile variegato nelle influenze ma sicuramente ben definito, riescono a raccontare la vita e la ribellione verso tutti i luoghi comuni e il perbenismo finto borghese.
In tanti anni d'attività la band è riuscita a mantenere vivo il proprio sound riscuotendo buoni riscontri sia di pubblico che di critica.
Tra le tante esperienze fatte ricordiamo le fasi finali di "Castrocaro" nel 1999, le esibizioni live a "Roxy Bar" nel 2001 e a "Music Village" nel 2005, le finali nazionali di "Rock Targato Italia" e l'apertura del concerto di Gianna Nannini in quel di Pescara davanti a 50.000 persone nel 2006 e il live alla Convention del "Rocky Horror Picture Show" a Milano nel 2007.
All'attivo ci sono tre cd auto-prodotti.
In questi ultimi mesi i NEB sono stati scelti per far parte del Cd tributo al grande artista latino Luis Miguel dal titolo "Mas Che Never", proponendo una libera interpretazione del brano "Te propongo esta noche".
Presto il nuovo cd "Versus".




Fai una donazione



Contattaci  Busta



Zeroshell - sito ufficiale