Toxic Tuna
Ska
Milano (Mi)
Anno di formazione 2001
La formazione dei Toxic Tuna risale al 2001, quando Albo, Kruger e Andre - reduci da passate esperienze in gruppi tra compagni di scuola - decidono di intraprendere un nuovo percorso indirizzato alla musica in levare.
Dopo un breve rodaggio a suon di cover dei loro idoli si iniziano a delineare i contorni del progetto che prenderà via via forma con l'aggiunta di un cantante e una sezione fiati: una contaminazione dello SKA non solo con elementi presi dal punk e dal rock, ma anche da jazz, swing, reggae, funky, metal... assumendo come unica costante l'assenza di limitazioni alle reciproche influenze.
Grazie a molto lavoro e apprezzabili risultati la band riesce ad autoprodurre Lo Chiameremo Faina, un promo di due tracce. Debutta in terra elvetica come supporter alle Pornoriviste e partecipa alla tappa riminese del Tim Tour 2002.
Nel corso del 2003 ad alcuni cambi di formazione seguono importanti opening per Matrioska e Invasione degli Omini Verdi e l'autoproduzione di Ci Vuole il Fisico, un demo contenente due tracce registrate in studio e quattro brani registrati dal vivo.
Nel periodo successivo brani dei Toxic Tuna vengono selezionati per alcune compilation (Polo X, Underground Parade, Confusion Ska-Punk, No Name Compilation), la band partecipa con successo a numerosi concorsi (Cologno Rock, Perle ai Porci, Facciamo Rock...) e si esibisce su importanti palchi nel milanese tra cui la Festa Nazionale de L'Unità.
Tra l'autunno del 2004 e la primavera del 2005 avviene il maggiore cambiamento nell'organico dei TT. Si passa a otto elementi: Albo al basso, Kruger alla batteria, Andre alla chitarra, Tiz alla tromba, Dema e Mesanotte ai sax, Ale al trombone e alla voce Ketty, formazione che porta i Toxic Tuna ad essere annoverati tra i pochi gruppi SKA con voce femminile.
Il periodo di assestamento è lungo, ma i risultati si vedono già dall'estate 2005: la band partecipa all'edizione estiva del Music Village, e apre nei mesi successivi per gruppi come Arpioni, Vallanzaska, Finley e Les Totems in alcuni dei più bei palchi di Milano e del Nord Italia.
Nella stagione 2006 la parabola dei Toxic Tuna è ancora in ascesa: il riscontro del pubblico è sempre positivo e la band viene chiamata come ospite in alcune importanti manifestazioni (Festa de L'Unità, Perle ai Porci, Polisuona...).
Il 2007 segna un notevole salto di qualità nella carriera della band, che inizia a registrare un nuovo lavoro.
Si iniziano a contare i primi passaggi radiofonici (Radio Lupo Solitario, Radio Onda d'Urto e Radio Popolare) e le prime interviste (Radio Lupo Solitario).
All'inizio dell'estate i Toxic Tuna vengono chiamati ad aprire il concerto della mitica Banda Bassotti sul palco di Cascina Monluè a Milano, all'interno del Cultura Popolare Festival, e organizzano un mini-tour estivo in terra sarda.
Per l'occasione vengono raccolte le registrazioni di inizio anno in un EP a edizione limitata che viene presto esaurito.
La band sta attualmente registrando il suo primo full lenght - in collaborazione con Lorenzo e Fabrizio Catinella (ex Ganjamama) e il First Floor Studio di Rozzano - la cui release è prevista per maggio 2008.
I Toxic Tuna sono anche stati chiamati a partecipare al MEI di Faenza, all'interno della manifestazione per il venticinquesimo anniversario di SKA in Italia promossa da Vallanzaska e Maninalto! Records.




Fai una donazione



Contattaci  Busta



Zeroshell - sito ufficiale